Seminario di Marola

SEMINARIO DI MAROLA DI CARPINETI 

Meta tradizionale di villeggiatura e sede di manifestazioni di richiamo, Marola è però conosciuta da secoli soprattutto per l'abbazia matildica e l'annesso seminario, storico centro di cultura per tutta la montagna.
La chiesa, che si trova a poca distanza dall'abitato in direzione di Carpineti, fu fondata dalla contessa Matilde tra il 1076 e il 1092, con costruzione del monastero in un periodo di poco successivo. La chiesa e il convento avevano ricevuto dotazioni terriere dalla contessa e gli eremiti erano in numero tale da costituire una comunità religiosa prospera e autorevole. Rapidamente il monastero di Marola si consolidò acquisendo altre proprietà fondiarie su un'area assai estesa, anche al di fuori della montagna. 
L'abbazia mostra una facciata a capanna con un portale a tutto sesto, strombato. Si osserva, al centro, una bifora. 
L'edificio sacro è orientato liturgicamente. Nell'abside risalta una decorazione ad archetti. Il "palazzo" è arricchito da due chiostri interni mentre, all'esterno, a est, restano i torrioni circolari.